Approvazione #urbanistica


Atto finale con cui l’autorità competente (Stato, Regione, ecc.) di solito sovraordinata a quella che lo ha redatto, conferisce operatività ad uno strumento urbanistico.

Nelle leggi urbanistiche di seconda generazione l’approvazione compete solitamente all’autorità/ente che lo ha redatto.

Altezza dei fronti dell’edificio – H #edilizia

Altezza dei fronti dell’edificio – H #edilizia


É data, per ogni fronte, dalla differenza fra la quota media dei marciapiedi stradali antistanti il lotto e la più alta delle seguenti quote, con esclusione di quelle dei manufatti tecnologici:

a) estradosso del solaio sovrastante l’ultimo piano che determina slu;

b) linea di gronda (per gli edifici con copertura inclinata fino a 45°);

c) linea di colmo (per gli edifici con copertura inclinata maggiore di 45°);

d) sommità del parapetto in muratura piena, nel caso in cui i pieni prevalgano sui vuoti (per gli edifici con copertura piana);

e) quota media delle linee di copertura nel caso di fronti con timpani murari.

Accordo di programma #urbanistica

Accordo di programma #urbanistica

Atto amministrativo, istituito con legge 142/1990, promosso da Presidente delle Regione, dal Presidente della Provincia o dal Sindaco, e sottoscritto da tutti gli enti pubblici interessati alla definizione e alla realizzazione integrata e coordinata di opere, interventi o programmi di interventi. Qualora l’oggetto dell’accordo di programma sia in contrasto con gli strumenti urbanistici vigenti, esso ne costituisce variante, che in ogni caso deve essere approvata dal Consiglio comunale del Comune interessato, a pena di decadenza (vedi D.Lgs. 267/2000).

Pin It on Pinterest