Il verde urbano si inserisce nel contesto più ampio di “valori paesaggistici” da tutelare, svolgendo funzioni climatico-ecologiche, urbanistiche e sociali e rivestendo un ruolo di educazione ambientale e di miglioramento della qualità urbana.

Oltre ad avere un importante valore estetico-paesaggistico, il verde svolge anche funzioni essenziali per la salute pubblica come elemento migliorativo del microclima.

Le piante in città infatti interagendo con l’atmosfera, svolgono un’importante funzione contrastando l’inquinamento atmosferico, termico, chimico e acustico.

E’ oramai ampiamente riconosciuto e confermato da numerose ricerche scientifiche, che la presenza di quantità di alberi di alto fusto e di verde in piena terra migliora sostanzialmente il microclima, la qualità dell’aria e il ciclo delle acque. Con l’impianto di centinaia di alberi e di ampie zone ricoperte da prato si ha un aumento delle zone d’ombra e dell’umidità con conseguente abbassamento della temperatura estiva in tutta l’area interessata, con effetti significativi anche per un risparmio energetico determinato da un minor uso, nei mesi caldi, degli impianti di condizionamento. La barriera verde rende più salubre l’aria con un assorbimento diretto di sostanze inquinanti quali ozono, ossidi di azoto e di zolfo, l’intercettazione di particolato atmosferico (polvere, cenere, fumo), il rilascio di ossigeno grazie alla fotosintesi, l’evapotraspirazione e l’ombreggiamento che, abbassando la temperatura dell’aria, favorisce i moti convettivi delle correnti d’aria negli strati prossimi al suolo, migliorandone il ricambio.

Il verde della nostra città, dai grandi parchi alle aree verdi minori, dalle sponde fluviali alla collina, dalle aree pubbliche a quelle private, è stato sottoposto negli ultimi anni ad un’intensa usura che sovente ne ha ridotto le stesse funzioni ecologiche e in alcuni casi la sopravvivenza.

Per questi motivi la progettazione delle aree verdi, la loro gestione e gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, ma soprattutto tutti gli altri interventi che fanno capo a Settori diversi dell’Amministrazione, ad Enti esterni ed ai privati, che incidono in qualche misura su aree verdi o alberate, devono essere attuati nel rispetto del patrimonio naturale esistente in città e in conformità alle condizioni ambientali in cui questa si sviluppa.

Download (PDF, 1.05MB)

REGOLAMENTO DEL VERDE PUBBLICO E PRIVATO DELLA CITTA’ DI TORINO (rtf)

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here